Questo sito utilizza cookie (tecnici o di terze parti). Proseguendo la navigazione, consenti il loro utilizzo.

 

LA SERRA DA ORTO O GIARDINO

LA SERRA RAPPRESENTA PER OGNI OBBISTA UN PUNTO DI ARRIVO , QUASI LA CORONAZIONE DI UN SOGNO

PERCHE' PERMETTE DI ALLARGARE LA PROPRIA CERCHIA DI CONOSCENZA E DI AVVENTURARSI IN NUOVE

SFIDE.

PERCHE' AVERE UNA SERRA

LA SERRA CONSENTE DI ANTICIPARE LE COLTIVAZIONI PRIMAVERILI E DI POSTICIPARE QUELLE AUTUNNALI,

INQUANTO IL CALORE CHE RIESCE AD IMMAGAZZINARE DURANTE IL GIORNO PERMETTE DI FARE QUESTE COLTIVAZIONI,

QUINDI CI PERMETTE DI AVERE PIU' PRODOTTI FRESCHI, PRODOTTI SOTTO IL NOSTRO CONTROLLO E RACCOLTI NEL MOMENTO

MIGLIORE, PER UN PERIODO DI TEMPO MAGGIORE.

I VANTAGGI DELLA SERRA

MOLTI LI ABBIAMO GIA' ELENCATI SOPRA , VA RICORDATO CHE LA SERRA CONSENTE ANCHE DI PROTEGGERE LE COLTURE

DA PIOGGIA, GRANDINE  E DAL SOLE TROPPO FORTE, INOLTRE MASSIMIZZA L'EFFICACIA DEI TRATTAMENTI E PER DETERMINATE

MALATTIE FUNGINE LI RIDUCE ANCHE.

QUANDO PIANTARE IN SERRA

QUI' CI POSSIAMO SBIZZARRIRE , IN QUANTO SI POSSONO SEMINARE VARIETA' CON OLTRE UN MESE DI VANTAGGIO, IN PIU' SI POSSONO

COLTIVARE TUTTI I TIPI DI PIANTINE , ANCHE SE MAGARI IL NOSTRO ORTO RISULTA IN OMBRA OPPURE ESPOSTO A NORD.

COME GESTIRE LA SERRA

CI SONO DIVERSI ACCORGIMENTI DA SEGUIRE NELLA GESTIONE DI UNA SERRA A PARTIRE DALL'IMPIANTO , BISOGNA INFATTI TROVARE

LA POSIZIONE GIUSTA POSSIBILMENTE AL RIPARO DAI VENTI DOMINANTI ALMENO PER QUANTO RIGUARDA LA PORTA E L'EVENTUALE

APERTURA PER L'AEREAZIONE, QUESTO CI GARANTIRA' NEL CASO RIMANGA APERTA UNA PORTA O L'AEREAZIONE UN MINIMO DI RIPARO

NEL CASO DI FORTE VENTO CHE POTREBBE SOLLEVARE IL TELO DI NYLON E ROMPERLO.

ALTRO PICCOLO CONSIGLIO IL TELO DI NYLON , PREFERIRE SEMPRE UN PRODOTTO CON UNA DURATA LUNGA , TRE ANNI E' L'IDEALE , IN QUANTO

I TELI A LUNGA DURATA, GARANTISCONO ANCHE UNA MIGLIORE PENETRAZIONE DELLA LUCE E DI SOLITO HANNO UNA PELLICOLA CHE RIDUCE LE

GOCCIOLINE DI CONDENSA.

NELLA GESTIONE DELLA SERRA VA FATTA MOLTA ATTENZIONE ALL'UMIDITA' E ALLE TEMPERATURE.

L'UMIDITA' DELL'ARIA  E' IL PROBLEMA MAGGIORE IN QUANTO DETERMINA L'INSORGERE DI VARIE MALATTIE FUNGINE.

PER CONTROLLARLA ABBIAMO DIVERSE ARMI: PER PRIMA LA PORTA , LASCIARLA SOCCHIUSA CON SISTEMA CHE NE BLOCCHI SIA L'APERTURA CHE LA CHIUSURA

E' FONDAMENTALE PER GARANTIRE UNA BUONA VENTILAZIONE, NEL CASO DI SERRE PIU' LUNGHE SI POSSONO USARE LE DUE PORTE, OPPURE L'APERTURA

LATERALE SE PREVISTA, IN ALTERNATIVA UN VECCHIO VENTILATORE ANCHE DA CASA APPESO IN ALTO VA BENISSIMO.

ORA PASSIAMO ALLA TEMPERATURA NELLE ORE PIU' CALDE COME SUCCEDE PER LA CONDENSA VA LASCIATA LA PORTA O LA SERRANDA DI VENTILAZIONE

APERTA PER LA TEMPERATURA ,POI QUANDO ESSE PROGRESSIVAMENTE DIMINUISCONO CI AFFRETTEREMO A CHIUDERE PER NON DISPERDERE IL CALORE IMMAGAZZINATO  E PER

EVITARE  ANCHE LA FORMAZIONE DI CONDENSA.

PER QUANTO RIGUARDA LA COLTIVAZIONE, DURANTE LE STAGIONI PIU' FREDDE SI POSSONO ADOTTARE DELLE TECNICHE PER FAVORIRE LA REGOLARE CRESCITA DELLE

COLTURE. LA PIU' SEMPLICE E' QUELLA DEL DOPPIO TUNNEL , CONSISTE NEL COPRIRE LE COLTURE CON UN TUNNELLINO REALIZZATO CON NYLON O PREFERIBILMENTE

CON TESSUTO NON TESSUTO CHE RIDUCE I RISCHI DI CONDENSA, IN MODO DA CRERE UNA DOPPIA PROTEZIONE DAL FREDDO.

RICORDATE DI CONTROLLARE SCRUPOLOSAMENTE LE IRRIGAZIONI DURANTE LA FASE FREDDA PERCHE' LA SERRA RIMARRA' PREVALENTEMENTE CHIUSA SENZA CHE

CI SIA LA POSSIBILITA' DA PARTE DEL TERRENO DI ASCIUGARE RAPIDAMENTE.

UN'ALTRA COSA DA VALUTARE ATTENTAMENTE E' LA GESTIONE DELLA CONDENSA , VISTO CHE LA CONDENSA TENDE A FORMARE SUL TELO DI NYLON DELLE GOCCIOLINE

CHE POI INEVITABILMENTE CADONO SULLE COLTURE, E' MOLTO UTILE METTERE UN SOTTOTELO DI NYLON O TESSUTO NON TESSUTO CHE IMPEDISCE FISICAMENTE

LA CADUTA DELLE GOCCIOLINE SULLE COLTURE SOTTOSTANTI, PER REALIZZARE QUESTA PROTEZIONE NON SERVONO TELI MOLTO PESANTI ANZI E' BENE USARE DEI TELI

SOTTILI E TRASPARENTI QUINDI ANCHE A BASSO COSTO CHE SARANNO PIU' FACILI DA FISSARE.

NELLE STAGIONI MOLTO CALDE PER EVITARE DI RAGGIUNGERE IN SERRA DELLE TEMPERATURE PROIBITIVE SI PUO' VALUTARE LA POSSIBILITA' DI COPRIRE LA SERRA CON

UNA RETE ANTIGRANDINE CHE DI SOLITO DIMINUISCE IL PASSAGGIO DI LUCE DEL 25-30%, QUESTO NON COMPORTERA' NESSUN DANNO ALLE PIANTAGIONI ALL'INTERNO

MA MANTERRA' LA TEMPERATURA SICURAMENTE ACCETTABILE.

PER QUANTO RIGUARDA L'INVERNO SE UTILIZZIAMO LA NOSTRA SERRA PER RIPARARE ANCHE PIANTE DA FIORE O AGRUMI ECC , MOLTI NELLE GIORNATE PIU FREDDE USANO

PER LA NOTTE DEI SEMPLICI CERI CHE VENGONO ACCESI E LASCIATI FINO ALLA MATTINA SEGUENTE, LA LORO ACCENSIONE DETERMINA UN LIEVE INNALZAMENTO DELLA

TEMPERATURA INTERNA SENZA CHE IMPEDISCE LA FORMAZIONE DI TROPPA CONDENSA, ED IL REPENTINO ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE, IL SISTEMA E' MOLTO ECONOMICO

PRETICO E FUNZIONALE.

SI POSSONO COMUNQUE VALUTARE DEI PICCOLI BRUCIATORI AD OLIO DI PARAFFINA CHE SVOLGONO LO STESSO LAVORO MA SONO IN GRADO DI FORNIRE PIU' CALORE.

ORA NON VI RESTA CHE PROVARE E RACCOGLIERE LE VOSTRE VERDURE FRESCHE A KM.0 ANCHE NEI MESI PIU' AVVERSI

BUON DIVERTMENTO !!

qui sotto trovate il link per vedere una tipologia di serra acquistabile presso il nostro negozio on line 

https://www.agrimoie.it/shop?search=29482&sortby=

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LA MANUTENZIONE DEL TAPPETO ERBOSO IN INVERNO

CI TROVIAMO ORAMAI A FINE NOVEMBRE CON GLI ULTIMI LAVORI DA SVOLGERE SUL NOSTRO PRATO

PER PREPARARLO ALL'INVERNO , VA CONSIDERATO CHE LE ULTIME OPERAZIONE CHE EFFETUIAMO IN QUESTO PERIODO

FARANNO IN MODO DI AVERE UNA PRATO BELLO VERDE E RIGOGLIOSO IN PRIMAVERA.

QUALI LAVORI SVOLGERE?

INNANZITUTTO L'ERBA VA TAGLIATA A META' ALTEZZA NON TROPPO LUNGA CHE RISCIA DI PIEGARSI E CREARE DELLE ZONE

DI PRATO INGIALLITE . MA NENCHE TROPPO CORTA CHE ALLO STESSO MODO POTREBBE FAVORIRE L'INSORGERE DI FUNGHI

PATOGENI. IL TAGLIO DELL'ERBA IN QUESTO PERIODO CI CONSENTE ANCHE DI TOGLIERE PARTE DELLE FOGLIE CADUTE DALLE

PIANTE IN GIARDINO O PORTATE DAL VENTO, QUINDI AVREMO UN PRATO TAGLIATO E LIBERO DALLE FOGLIE SECCHE.

NEL CASO CONTINUINO A CADERE FOGLIE L'OREPARIONE POTRA' ESSERE RIPETUTA LASCIANDO IL TAGLIO DELLA TOSAERBA

ALLA STESSA ALTEZZA IN MODO DA PORTARE VIA SOLO LE FOGLIE.

ALTRO LAVORO FONDAMENTALE E' LA CONCIMAZIONE NON E' INFATTO IPOTIZZABILE LASCIARE IL PRATO SENZA CONCIMAZIONI FINO

ALLA PRIMAVERA.

PER LA CONCIMAZIONE INVERNALE VANNO UTILIZZATI DEI PRODOTTI SPECIFICI GIA' PRONTI IN COMMERCIO DENOMINATI CONCIMI

INVERNALI CHE CONTENGONO UNA GRANDE QUANTITA' DI FOSFORO E POTASSIO , CHE COMBINATI INSIEME FACILITANO LO SVILUPPO

DELL'APPARATO RADICALE PERMETTENDO ALLE PIANTE DI SOPPORTARE PIU' FACILMENTE GLI STRESS IDRICI , E LA COLORAZIONE DELLE

FOGLIE UNITA ANCHE ALLA MAGGIORE RESISTENZA ALLE MALATTIE.

UN PICCOLO ACCORGIMENTO SE IL PRATO E' STATO PIANTATO DA MOLTO TEMPO VA PRESA IN CONSIDERAZIONE ANCHE LA POSSIBILITA'

DI INTEGRARE LA CONCIMAZIONE CON SOSTANZA ORGANICA USANDO QUINDI UN CONCIME MISTO ORGANICO CHE CONTENGA TUTTE LE

SOSTANZE DI CUI SOPRA.

ALTRE COSE DA CONSIDERARE MOLTO IMPORTANTE NEI PRATI ESPOSTI A NORD E' LINSORGENZA DEL MUSCHIO CHE PUO' ESSERE CONTENUTA

COSPARGENDO PERIODICAMENTE DEI GRANULI DI SOLFATO DI FERRO CHE DISTRUGGONO IL MUSCHIO SENZA INTACCARE IL TAPPETO ERBOSO,

RICORDO CHE IL SOLFATO DI FERRO AUMENTA ANCHE LA FOTOSINTESI CLOROFILIANA E QUINDI LA CAPACITA' DI NUTRIRSI DELLE PIANTE.

NE CASO SI ABBIA UNA STAGIONE INVERNALE PARTICOLARMENTE INTENSA , SI PUO' AIUTARE IL PRATO CON UN TRATTAMENTO A BASE DI ALGHE

DA APPLICARE PER VIA FOGLIARE EVENTUALMENTE NEI MESI DI FEBBRAIO E MARZO.

 

 

 

AGRI MOIE SRL

 

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  FINE RACCOLTA

AVVISO !!

ABBIAMO NOTATO CHE MOLTI STANNO ESEGUENDO LA POTATURA SULLE PIANTE

DI OLIVO, VISTO IL PERDURARE DEL CALDO CHE NON RALLENTA LA CIRCOLAZIONE

DELLA LINFA ALL'INTERNO DELLA PIANTA, SAREBBE OPPORTUNO RINVIARE

LA POTATURA A FINE INVERNO INIZIO PRIMAVERA PER NON ESPORRE LE PIANTE

AD INUTILI RISCHI DOVUTI AL FREDDO.

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  FINE RACCOLTO

RICORDIAMO CHE TERMINATE LE OPERAZIONI DI RACCOLTA DEI FRUTTI SI CONSIGLIA

DI ESEGUIRE UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME DA SOLO O IN MISCELA CON OLIO BIANCO.

LO SCOPO DEL TRATTAMENTO E' QUELLO DI PROTEGGERE LE PIANTE DA DIVERSI PATOGENI

IN PRIMO LUOGO LA ROGNA CHE POTREBBE INFETTARE LE PIANTE DALLE MINI FERITE CHE SI FORMANO

ESEGUENDO LA RACCOLTA, L'OCCHIO DI PAVONE E LA CERCOSPORIOSI INFEZIONI MENO PROBABILI

MA COMUNQUE A RISCHIO.

LA MISCELA CON OLIO BIANCO OLTRE AD AUMENTARE L'EFFICACIA DEL RAME PERCHE' RENDE IL TRATTAMENTO

PIU' ADESIVO CONSENTE DI CONTROLLARE EVENTUALI ATTACCHI DI COCCINIGLIA E FUMAGGINE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PIANTE DA FRUTTO

fase fenologica :  INIZIO CADUTA FOGLIE

 

COME TUTTI GLI ANNI CI TROVIAMO DI FRONTE AL PERIODO DI RIPOSO VEGETATIVO

DEGLI ALBERI DA FRUTTO , CHE COINCIDE CON LA CADUTA DELLE FOGLIE.

QUESTA FASE E' MOLTO IMPORTANTE PER COMBATTERE QUEI FUNGHI PATOGENI E QUEGLI

INSETTI CHE DI SOLITO NON SI RIESCONO A CONTROLLARE DURANTE LA STAGIONE PERCHE' MAGARI

LA PRESENZA DI FRUTTI SULLE PIANTE CI IMPEDISCE DEI TRATTAMENTI SPECIFICI.

COSA FARE' ? :

IL TRATTAMENTO CONSIGLIATO PER LE PIANTAGIONI DOMESTICHE CHE SI COMPONGONO DI MOLTE VARIETA'

CONSISTE IN UNA MISCELA DI SALI DI RAME CON OLIO BIANCO, CHE CI CONSENTE DI CONTROLLARE SIMULTANEAMENTE

FUNGHI E INSETTI , INOLTRE SI AUMENTA LA RESISTENZA DELLE PIANTE AL FREDDO INVERNALE.

QUANDO ? :

IL MOMENTO MIGLIORE E' QUNDO LA PIANTA HA PERSO QUASI TUTTE LE FOGLIE (NON IMPORTA SE RIMANGONO DELLE FOGLIE

AGLI APICI DEI RAMI TANTO QUESTI ANDRANNO POTATI) IN MODO CHE LA PICCOLA FERITA CHE LASCIA LA FOGLIA QUANDO SI

STACCA SIA ANCORA APERTA, MASSIMIZZANDO L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

NEL CASO DI PIANTE CHE PERDONO LE FOGLIA IN EPOCHE MOLTO DISTANTI FRA LORO SI POSSONO ESEGUIRE PIU' TRATTAMENTI.

 

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  INIZIO MATURAZIONE

SIAMO VICINI AI VALORI OTTIMALI PER LA RACCOLTA PER TUTTE LE VARIETA'

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

GLI ATTACCHI DI MOSCA SONO IN DIMINUZIONE A CAUSA DELL'ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE,

E DEI TRATTAMENTI EFFETTUATI.

COMUNQUE UN 'EVENTUALE ATTACCO NON SAREBBE DANNOSO VISTO L'AVVICINARSI DELLA RACCOLTA

RITENIAMO CONCLUSA LA LOTTA ALLA MOSCA.

 

  RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO    per le aziende che seguono la lotta larvicida

IN TUTTE LE ZONE DELLA PROVINCIA

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  INIZIO INVAIATURA

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

GLI ATTACCHI DI MOSCA SONO IN DIMINUZIONE A CAUSA DELL'ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE,

E DEI TRATTAMENTI EFFETTUATI.

 

 

  RIMEDIO : TRATTAMENTO    per le aziende che seguono la lotta larvicida

IN TUTTE LE ZONE DELLA PROVINCIA

COME INTERVENIRE : SU TUTTA LA CHIOMA

PRODOTTI : DIMETOATO-IMIDACLOPRID-ECC

QUANDO : QUANTO PRIMA

** SI TENGA PRESENTE DEI GIORNI DI CARENZA DEI PRODOTTI, E DELLA DURATA DEGLI EVENTUALI TRATTAMENTI ESEGUITI E

SOPRATTUTTO DI QUANDO SI PREVEDE RACCOGLIERE**

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta adulticida biologica

                                                                          

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 2 :   BARBARA,CASTELBELLINO,CASTELLEONE DI SUASA,CASTELPLANIO,CORINALDO,CUPRAMONTANA,FILOTTRANO,MAIOLATI SPONTINI,MERGO,

                                                  MONTEROBERTO,MONTECAROTTO,OSTRA VETERE,POGGIO SAN MARCELLO,ROSORA,SAN PAOLO DI JESI,SANTA MARIA NUOVA , SERRA DE 

                                                  CONTI,STAFFOLO.                 

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

3-ROGNA 

   non si segnalano infezioni

   RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

AUMENTA L'ATTACCO DI MOSCA DELLE OLIVE , COME GIA' SEGNALATO LA SCORSA SETTIMANA

SONO ULTERIORMENTE IN AUMENTO CATTURE E DEPOSIZIONE DELLA MOSCA DELLE OLIVE.

SPECIALMENTE NEI COMUNI DELLA FASCIA COSTIERA, E PRIMA COLLINA.

PERTANTO SE NON SI E' GIA' INTERVENUTO SI CONSIGLIA DI FARLO AL PIU' PRESTO.

 

  RIMEDIO : TRATTAMENTO    per le aziende che seguono la lotta larvicida

IN TUTTE LE ZONE DELLA PROVINCIA

COME INTERVENIRE : SU TUTTA LA CHIOMA

PRODOTTI : DIMETOATO-IMIDACLOPRID-ECC

QUANDO : IN SETTIMANA

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta adulticida biologica

                                                                          

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **rischio di attacco elevato**

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

3-ROGNA 

   nessuna segnalazione

   RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

OVVIAMENTE NON TUTTE LE SETTIMANE VANNO TRATTATE LE OLIVE, BASTA ANNOTARSI QUANDO E' STATO ESEGUITO IL

TRATTAMENTO, CONSIDERARE LA SUA DURATA (IN BASE AL PRODOTTO USATO) POI QUANDO SI E' IN VISTA DELLA FINE DEL

TRATTAMENTO ,INFORMARSI SE BISOGNA TRATTARE DI NUOVO.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

AUMENTA L'ATTACCO DI MOSCA DELLE OLIVE , COME GIA' SEGNALATO LA SCORSA SETTIMANA

SON ULTERIORMENTE IN AUMENTO CATTURE E DEPOSIZIONE DELLA MOSCA DELLE OLIVE.

PERTANTO SE NON SI E' GIA' INTERVENUTO SI CONSIGLIA DI FARLO AL PIU' PRESTO.

CHI HA GIA' EFFETTUATO IL TRATTAMENTO TENGA CONTO DEI GIORNI DI COPERTURA

CHE QUESTO GARANTISCE.

 

  RIMEDIO : TRATTAMENTO    per le aziende che seguono la lotta larvicida

IN TUTTE LE ZONE DELLA PROVINCIA

COME INTERVENIRE : SU TUTTA LA CHIOMA

PRODOTTI : DIMETOATO-IMIDACLOPRID-ECC

QUANDO : QUANTO PRIMA

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta adulticida biologica

                                                                          

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 2 :   BARBARA,CASTELBELLINO,CASTELLEONE DI SUASA,CASTELPLANIO,CORINALDO,CUPRAMONTANA,FILOTTRANO,MAIOLATI SPONTINI,MERGO,

                                                  MONTEROBERTO,MONTECAROTTO,OSTRA VETERE,POGGIO SAN MARCELLO,ROSORA,SAN PAOLO DI JESI,SANTA MARIA NUOVA , SERRA DE 

                                                  CONTI,STAFFOLO.                 

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

3-ROGNA 

   possibili infezioni nelle zone interessate dalla grandine

   RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI RAME

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

GUIDA ALLA VINIFICAZIONE

COME ACCENNATO LA SETTIMANA SCORSA PASSIAMO AD OCCUPARCI DEI LAVORI IN CANTINA

QUINDI DELLA VINIFICAZIONE DELLE NOSTRE UVE.

DI SEGUITO UNA PICCOLA GUIDA MOLTO SEMPLICE MA CHE DI CERTO AIUTERA' A NON DIMENTICARE

DEI PASSAGGI CHE SONO FONDAMENTALI NELLA GESTIONE DELLA CANTINA.

 

   1. Pigiatura, diraspatura e solfitaggio  

 

Aggiungere 15/20 gr /hl di metabisolfito di potassio immediatamente dopo la pigiatura.

 

Mescolare bene il metabisolfito di potassio con il pigiato.  

E’ ora importante conoscere le caratteristiche del mosto:  

Acidità totale e ph.

che si possono facilmente ottenere con una semplice analisi del vino.

 

2. Fermentazione alcolica

 

Aggiungere i lieviti selezionati per la fermentazione alcolica dopo circa 12 ore dal solfitaggio.

 

I lieviti devono essere preparati e riattivati seguendo le istruzioni del fornitore.  

Consiglio: cospargere i lieviti sulla superficie del mosto; attendere circa 24 ore prima di affondarli nella massa.  

         ** se la fermentazione non si avvia spontaneamente aggiungere 30 gr/hl di attivatore della fermentazione poi una

             volta che la fermentazione e' iniziata aggiungere i lieviti **

 

3. Follature o rimontaggi

 

Il “cappello” che viene a formarsi in superficie durante la fermentazione alcolica va regolarmente affondato nel mosto tramite follature o rimontaggi.  

Le follature o i rimontaggi regolano la temperatura della fermentazione, garantiscono una buona estrazione di colore e tannini e apportano ossigeno ai microrganismi favorendone il loro sviluppo.  

Questa operazione va ripetuta almeno 3 volte al giorno:

 

follatura: affondare le vinacce nel mosto manualmente con un bastone

 

rimontaggio: pompare il liquido dal fondo del tino sul cappello di vinacce per circa 10 minuti.

 

 

4 . Controllo della fermentazione alcolica

 

Per controllare se la fermentazione alcolica è terminata si usa il mostimetro che deve segnare, a fermentazione ultimata, qualche grado sotto lo 0 °Oe.

 

Per un controllo più preciso si procede ad un’analisi semiquantitativa degli zuccheri 

 

5. Che tipo di vino si può ottenere

 

Se si vuole avere un vino leggero, poco tannico, di rapido consumo si svinerà appena terminata la fermentazione alcolica.

 

Se si vuole avere un vino corposo, tannico, sempre che le caratteristiche delle uve lo permettano, si lascerà il vino a macerare con le vinacce per una o due settimane a coperchio chiuso effettuando una follatura o un rimontaggio giornalieri.  

 

6. Svinatura e torchiatura

 

La svinatura si effettua con moderato arieggiamento del vino. La torchiatura deve essere soffice e non drastica per evitare gusti erbacei e mari.Mantenere la temperatura in cantina sui 18 –20 °C.

 

7. Primo travaso

 

Circa una settimana dopo la svinatura è opportuno eseguire un travaso senz’aria per eliminare la feccia grossa.

 

Lasciare poi il vino nei recipienti ben chiusi ad una temperatura di 18 – 20 °C.

 

 ** ci sono ancora altri lavori per un buon vino ma li vediamo piu' avanti **

 

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : MATURAZIONE

LA MATURAZIONE PROCEDE CON REGOLARITA'

PROBLEMATICHE SEGNALATE : NESSUNA

CON LA VENDEMMIA ALLE PORTE QUESTO SERVIZIO TERMINA PER IL MOMENTO. 

INIZIERA' LA PROSSIMA SETTIMANA UNA NUOVA RUBRICA DEDICATA AL VINO 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

COME PREVISTO PIOGGIA ED ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE HANNO PORTATO AD UNA NUOVA

DEPOSIZIONE DELLE UOVA DA PARTE DELLA MOSCA DELLE OLIVE , CHE HA RAGGIUNTO LA SOGLIA DI

INTERVENTO SIA PER LA DIFESA ADULTICIDA CHE PER LA DIFESA LARVICIDA.

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO    per le aziende che seguono la lotta larvicida

IN TUTTE LE ZONE DELLA PROVINCIA

COME INTERVENIRE : SU TUTTA LA CHIOMA

PRODOTTI : DIMETOATO-IMIDACLOPRID-ECC

QUANDO : IN SETTIMANA

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta adulticida biologica

                                                                          

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **rischio di attacco elevato**

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

3-ROGNA 

   possibili infezioni nelle zone interessate dalla grandine

   RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI RAME

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INIZIO MATURAZIONE

LE FORTI PIOGGIE E LE GRANDINATE DELLA SCORSA SETTIMANA

HANNO CREATO INGENTI DANNI IN MOLTI VIGNETI.

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

 

BOTRITE

 

 RIMEDIO : TRATTAMENTO CON FUNGICIDA A BASSA CARENZA

NEL CASO SI VOGLIA ATTENDERE AD INIZIARE LA VENDEMMIA. 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INIZIO MATURAZIONE

IN QUALCHE CASO E' INIZIATA LA VENDEMMIA PER LE BASI DELLO SPUMANTE

LE PIOGGIE HANNO PORTATO BENEFICIO SIA PER LA MATURAZIONE CHE PER

LA SICCITA' CHE STAVA INTERESSANDO DIVERSI VIGNETI.

NON SI SEGNALANO TRATTAMENTI DA EFFETTUARE.

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

2- PERONOSPORA

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

3-BOTRITE

   non si segnalano infezioni

   RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

4-TIGNOLETTA

   non si segnalano infezioni

  RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO  

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

 COME PREVISTO PIOGGIA ED ABBASSAMENTO DELLE TEMPERATURE HANNO PORTATO AD UNA NUOVA

DEPOSIZIONE DELLE UOVA DA PARTE DELLA MOSCA DELLE OLIVE , SEPPURE DI LIEVE ENTIA' PER ORA.

 

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA     per le aziende che seguono la lotta larvicida

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta adulticida biologica

                                                                          

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **rischio di attacco elevato**

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INVAIATURA-INIZIO MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

2- PERONOSPORA

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

3-BOTRITE

   non si segnalano infezioni

   RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

4-TIGNOLETTA

   non si segnalano infezioni

  RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

  

N.B. VISTA LA FASE IN CUI SI TROVA LA VITE 

       IL PERIODO CLIMATICO E L'ASSENZA DI PIOGGIE NON SI SVILUPPANO

       FUNGHI PATOGENI DI NESSUN TIPO.

      NON SERVONO QUINDI TRATTAMENTI

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture lungo la fascia costiera.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA     per le aziende che seguono la lotta larvicida

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta biologica

                                                                           ( solo se non si e' intervenuto come consigliato la scorsa settimana )

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **rischio di attacco elevato**

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO DEL NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture lungo la fascia costiera.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA     per le aziende che seguono la lotta larvicida

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta biologica

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **rischio di attacco elevato**

                                ** si prega di intervenire quanto prima per dare modo al prodotto di agire al meglio. il prodotto da usare e' a base di spinosad     

                                    impiegare 1 lt. di prodotto con 4 litri di acqua e spruzzare tutte le piante su una porzione di chioma rivolta a sud.**

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture di modestissima entita' .senza ovodeposizione.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO  (per la provincia di ancona)

                                         

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO (per la provincia di ancona)

 

 ** si comunica che per evitare trattamenti alle piante si possono utilizzare delle trappole con sistema attrak e kill, le quali

     posizionate in maniera corretta evitano di fatto i trattamenti contro la mosca.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INVAIATURA-INIZIO MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO :  ZOLFO BAGNABILE      ( SOLO SU PIANTE INFETTE )

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    non si segnalano infezioni

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO a base di RAME (SOLO SU PIANTE INFETTE )

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

3-BOTRITE

   non si segnalano infezioni

    

N.B. VISTA LA FASE IN CUI SI TROVA LA VITE 

       IL PERIODO CLIMATICO E L'ASSENZA DI PIOGGIE NON SI SVILUPPANO

       FUNGHI PATOGENI DI NESSUN TIPO.

      NON SERVONO QUINDI TRATTAMENTI

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture di modestissima entita' .senza ovodeposizione.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA 

 

                                         

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 ** si comunica che per evitare trattamenti alle piante si possono utilizzare delle trappole con sistema attrak e kill, le quali

     posizionate in maniera corretta evitano di fatto i trattamenti contro la mosca.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INVAIATURA-INIZIO MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    non si segnalano infezioni , se non quelle precedenti

    RIMEDIO :  ZOLFO BAGNABILE      ( SOLO SU PIANTE INFETTE )

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    non si segnalano infezioni se non quelle precedenti

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO a base di RAME (SOLO SU PIANTE INFETTE )

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

3-TIGNOLETTA

   e' iniziato il monitoraggio ma per il momento NESSUN TRATTAMENTO

    

N.B. VISTA LA FASE IN CUI SI TROVA LA VITE SI PUO' CONSIDERARE L'OPPORTUNITA' DI ESEGUIRE

       TRATTAMENTI AD INTERVALLI DI TEMPO PIU' LUNGHI ANCHE USANDO UN'ANTIPERONOSPORICO

       A BASE DI RAME , TENENDO SEMPRE SOTTO CONTROLLO EVENTUALI PIOGGIE CHE DI FATTO A 

       TRATTAMENTO SCADUTO PORTEREBBERO ALTRE INFEZIONI.

       QUINDI SEGNARSI SEMPRE IL GIORNO DEL TRATTAMENTO POI VALUTARE GLI EVENTI.

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica :  COMPLETO INDURIMENTO NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture di modestissima entita'

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA 

 

                                         

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 ** si comunica che per evitare trattamenti alle piante si possono utilizzare delle trappole con sistema attrak e kill, le quali

     posizionate in maniera corretta evitano di fatto i trattamenti contro la mosca.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO-MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MUFFA GRIGIA

    sta colpendo albicocche,prugne e pesche in maturazione

    RIMEDIO : ANTIBOTRITICO A BASSA CARENZA PUO' ESSERE USATO FINO A TRE GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

2- ACARI (ragnetti)

    stanno invadendo peri-meli

    RIMEDIO : ACARICIDA A BASSA CARENZA

3- TICCHIOLATURA

    sta colpendo meli e peri in fase di accrescimento e maturazione dei frutti (colpisce indistintamente foglie e frutti)

   RIMEDIO : FUNGICIDA A BASE DI RAME E ZOLFO LO STESSO CHE DI SOLITO USATE NELL' ORTO

4- CARPOCAPSA (melo e pero)

    colpisce in questa fase fino alla maturazione creando dei fori nei frutti rendendoli inutilizzabili.

 RIMEDIO : INSETTICIDA SUCCESS O DIPEL IN ABBINAMENTO AL DECIS PER LA LOTTA ANCHE AGLI AFIDI

 

** per molte varieta' di frutti si considera conclusa la fase dei trattamenti inquanto i frutti sono stati raccolti o prossimi alla

    raccolta , per le altre varieta melo e pero principalmente la lotta si compone principalmente di un prodotto insetticida

    contro afidi e carpocapsa, ricamatrici e un fungicida contro la ticchiolatura e l'oidio da ripetersi ogni 20 gg. circa. 

 

NB. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO DELLA SITUAZIONE SI PREGA DI SEGNARSI CON SCRUPOLO I PRODOTTI USATI E LA DATA

      DEL TRATTAMENTO.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : INIZIO-INVAIATURA

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    sta colpendo con meno virulenza e in piccole zone

    RIMEDIO :  ZOLFO BAGNABILE     

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    ancora infezioni molto ridotte vista la fase fenologica

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO a base di RAME

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

N.B. VISTA LA FASE IN CUI SI TROVA LA VITE SI PUO' CONSIDERARE L'OPPORTUNITA' DI ESEGUIRE

       TRATTAMENTI AD INTERVALLI DI TEMPO PIU' LUNGHI ANCHE USANDO UN'ANTIPERONOSPORICO

       A BASE DI RAME , TENENDO SEMPRE SOTTO CONTROLLO EVENTUALI PIOGGIE CHE DI FATTO A 

       TRATTAMENTO SCADUTO PORTEREBBERO ALTRE INFEZIONI.

       QUINDI SEGNARSI SEMPRE IL GIORNO DEL TRATTAMENTO POI VALUTARE GLI EVENTI.

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica : INDURIMENTO NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture di modestissima entita'

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA 

 

                                         

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO-MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MUFFA GRIGIA

    sta colpendo albicocche,prugne e pesche in maturazione

    RIMEDIO : ANTIBOTRITICO A BASSA CARENZA PUO' ESSERE USATO FINO A TRE GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

2- ACARI (ragnetti)

    stanno invadendo peri-meli

    RIMEDIO : ACARICIDA A BASSA CARENZA

3- TICCHIOLATURA

    sta colpendo meli e peri in fase di accrescimento e maturazione dei frutti (colpisce indistintamente foglie e frutti)

   RIMEDIO : FUNGICIDA A BASE DI RAME E ZOLFO LO STESSO CHE DI SOLITO USATE NELL' ORTO

4- CARPOCAPSA (melo e pero)

    colpisce in questa fase fino alla maturazione creando dei fori nei frutti rendendoli inutilizzabili.

 RIMEDIO : INSETTICIDA SUCCESS O DIPEL IN ABBINAMENTO AL DECIS PER LA LOTTA ANCHE AGLI AFIDI

 

NB. PER AVERE UN QUADRO COMPLETO DELLA SITUAZIONE SI PREGA DI SEGNARSI CON SCRUPOLO I PRODOTTI USATI E LA DATA

      DEL TRATTAMENTO.

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : CHIUSURA GRAPPOLO-INVAIATURA

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    sta colpendo con meno virulenza 

    RIMEDIO : ANTIOIDICO SISTEMICO CON AGGIUNTA DI ZOLFO BAGNABILE     

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    ancora infezioni molto ridotte vista la fase fenologica

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO a base di RAME

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

N.B. VISTA LA FASE IN CUI SI TROVA LA VITE SI PUO' CONSIDERARE L'OPPORTUNITA' DI ESEGUIRE

       TRATTAMENTI AD INTERVALLI DI TEMPO PIU' LUNGHI ANCHE USANDO UN'ANTIPERONOSPORICO

       A BASE DI RAME , TENENDO SEMPRE SOTTO CONTROLLO EVENTUALI PIOGGIE CHE DI FATTO A 

       TRATTAMENTO SCADUTO PORTEREBBERO ALTRE INFEZIONI.

       QUINDI SEGNARSI SEMPRE IL GIORNO DEL TRATTAMENTO POI VALUTARE GLI EVENTI.

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO FRUTTI-INDURIMENTO NOCCIOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture lungo la fascia costiera.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA     per le aziende che seguono la lotta larvicida

 

    RIMEDIO : TRATTAMENTO A BASE DI SPINOSAD    per le aziende che seguono la lotta biologica

ZONE INTERESSATE : FASCIA DEL CONER0 :     Ancona,Camerano,Loreto,Numana Sirolo  **rischio molto elevato di attacco **

                                FASCIA 3 : Agugliano.Belvedere,Camerata Picena,Castelfidardo,Chiaravalle,Falconara Marittima,Jesi,Monsano,Monte san vito,

                                                Montemarciano,Morro d'alba,Offagna.Osimo,Ostra,,Polverigi,San marcello,Senigallia,Trecastelli  **richio di attacco elevato**

                                     

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO-MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MUFFA GRIGIA

    sta colpendo albicocche,prugne e pesche in maturazione

    RIMEDIO : ANTIBOTRITICO A BASSA CARENZA PUO' ESSERE USATO FINO A TRE GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

2- AFIDI (PIDOCCHI)

    stanno invadendo peri-meli-fichi ecc causa le ripetute pioggie

    RIMEDIO : AFICIDA A BASSA CARENZA 7 GG. PER LE PIANTE IN FASE DI MATURAZIONE A LUNGA CARENZA 14GG PER LE ALTRE

3- TICCHIOLATURA

    sta colpendo meli e peri in fase di accrescimento e maturazione dei frutti (colpisce indistintamente foglie e frutti)

   RIMEDIO : FUNGICIDA A BASE DI RAME E ZOLFO LO STESSO CHE DI SOLITO USATE NELL' ORTO

4- CARPOCAPSA (melo e pero)

    colpisce in questa fase fino alla maturazione creando dei fori nei frutti rendendoli inutilizzabili.

 RIMEDIO : INSETTICIDA SUCCESS O DIPEL IN ABBINAMENTO AL DECIS PER LA LOTTA ANCHE AGLI AFIDI

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : CHIUSURA GRAPPOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    sta colpendo con molta virulenza in molte zone

    RIMEDIO : ANTIOIDICO SISTEMICO CON AGGIUNTA DI ZOLFO BAGNABILE     

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    ancora infezioni virulente viste le ripetute pioggie e l'elevato tasso di umidita'

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO SISTEMICO se non si e' superata la soglia dei 3/4 trattamenti ,altrimenti RAME

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

3- TIGNOLETTA

    scarse catture segnalate

   RIMEDIO :  NON SONO NECESSARI TRATTAMENTI

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

OLIVO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO FRUTTI

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MOSCA

    si segnalano catture molto molto centenute.

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO PER ORA     

2- TIGNOLA

    non si segnalano catture

    RIMEDIO : NESSUN TRATTAMENTO

 

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

VITE

fase fenologica : CHIUSURA GRAPPOLO

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- OIDIO

    sta colpendo con molta virulenza in molte zone

    RIMEDIO : ANTIOIDICO SISTEMICO CON AGGIUNTA DI ZOLFO BAGNABILE     

                    AZIENDE BIO (zolfo bagnabile o polvere)

2- PERONOSPORA

    ancora infezioni virulente viste le ripetute pioggie e l'elevato tasso di umidita'

    RIMEDIO : ANTIPERONOSPORICO SISTEMICO se non si e' superata la soglia dei 3/4 trattamenti

                    AZIENDE BIO ( prodotto a base di rame)

3- TIGNOLETTA

    scarse catture segnalate

   RIMEDIO :  NON SONO NECESSARI TRATTAMENTI

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

fase fenologica : ACCRESCIMENTO-MATURAZIONE

PROBLEMATICHE SEGNALATE :

1- MUFFA GRIGIA

    sta colpendo albicocche,prugne e pesche in maturazione

    RIMEDIO : ANTIBOTRITICO A BASSA CARENZA PUO' ESSERE USATO FINO A TRE GIORNI PRIMA DELLA RACCOLTA

2- AFIDI (PIDOCCHI)

    stanno invadendo peri-meli-fichi ecc causa le ripetute pioggie

    RIMEDIO : AFICIDA A BASSA CARENZA 7 GG. PER LE PIANTE IN FASE DI MATURAZIONE A LUNGA CARENZA 14GG PER LE ALTRE

3- TICCHIOLATURA

    sta colpendo meli e peri in fase di accrescimento e maturazione dei frutti (colpisce indistintamente foglie e frutti)

   RIMEDIO : FUNGICIDA A BASE DI RAME E ZOLFO LO STESSO CHE DI SOLITO USATE NELL' ORTO

 

+ PER ULTERIORI PROBLEMATICHE, CONSIGLI E CASI SPECIFICI VI PREGHIAMO DI RECARVI IN NEGOZIO PORTANDO DELLE FOGLIE.

 

AGRI MOIE SRL

VIA ANCONA N.47

60030 CASTELBELLINO AN

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI - MATURAZIONE.

NELLE POMACEE FARE ATTENZIONE AD ACARI E PSILLA I PRIMI NON SI VEDONO AD OCCHIO NUDO E SI RICONOSCONO

DALLE FOGLIE CHE PRESENTANO DELLE PUNTINATURE E DEGLI SCOLORIMENTI SPECIALMENTE NELLE FOGLIE PIU' VECCHIE.

LA PSILLA INVECE E' VISIBILE AD OCCHIO NUDO SI PRESENTA COME UNA PICCOLA MOSCA CHE SI TROVA SOTTO LE FOGLIE 

PIU' GIOVANI E CREA SULLE FOGLIE DELLE GOCCIOLINE DI MELATA SCURE.

IN QUESTA FASE DELLA CRESCITA DELLE PIANTE SPECIE SULLE DRUPACEE PESCO,ALBICOCCO.PRUGNA BISOGNA FARE MOLTA

ATTENZIONE ALLA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA , PERCHE' IL FUNGO INIZIA LA SUA AZIONE PROPRIO CON QUESTE CONDIZIONI

CLIMATICHE, CALDO UMIDO CON PIOGGIE RAVVICINATE.

 

RIMEDI

SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FUNGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

PER ACARI E PSILLA SI INTERVIENE SOLO SE EFFETTIVAMENTE PRESENTI VISTO CHE DI NORMA COLPISCONO IN ZONE 

MOLTO RISTRETTE.

PER QUANTO RIGUARDA LA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA ESISTONO FUNGICIDI CON TEMPO DI CARENZA BASSISSIMO, CHE SONO

ANCHE MISCIBILI CON GLIA ALTRI PRODOTTI IN MODO DA EVITARE TRATTAMENTI DOPPI.

RICORDIAMO CHE NEL CASO FRUTTETI CON VARIETA' MISTE, LE VARIETA' PROSSIME AL RACCOLTO NON VANNO TRATTATE

ANCHE PER RISPETTARE I TEMPI DI CARENZA DEI PRODOTTI IMPIEGATI.

NEL CASO DI GRANDINATE SI CONSIGLIA DI TRATTARE APPENA POSSIBILE CON RAME IN MODO DA DISINFETTARE LE FERITE

CAUSATE DAI CHICCHI DI GHIACCIO SUI RAMETTI, QUESTA PRATICA RISULTA PARTICOLARMENTE IMPORTANTE INQUANTO

LE FERITE SI INFETTANO PORTANDO MOLTE MALATTIE ALLA PIANTA UNA TRA QUESTE LA GOMMOSI.

 

RICORDIAMO INOLTRE DI ANNOTARSI SEMPRE SU UN CALENDARIO I GIORNI IN CUI VENGONO ESEGUITI I TRATTAMENTI

E I PRODOTTI UTILIZZATI IN MODO DA AVERE UNA PANORAMICA PRECISA .

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE IN NEGOZIO

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 20/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI INGROSSAMENTO FRUTTI.

TIGNOLA : SI SEGNALANO CATTURE DI POCO CONTO NELLA MAGGIOR PARTE DEI SITI DI RILEVAMENTO,

TUTTAVIA SI SONO RILEVATI DEI CASI DI CATTURE IMPORTANTI CHE GIUSTIFICANO UN TRATTAMENTO,

DA VALUTARE CASO PER CASO CON UN TECNICO.

RIMEDIO

NON SERVONO TRATTAMENTI IN QUESTA FASE , SALVO QUELLI PREVENTIVATI CONTRO CORINEO O ROGNA DOVUTA

AI DANNI DA GELATA, OPPURE UN TRATTAMENTO DI DINFEZIONE DOPO UNA POTATURA PER TOGLIERE I DANNI CAUSATI

DAL GELO, TRATTAMENTO CHE NON POTEVA ESSERE EFFETTUATO PRIMA A CUSA DELLA FIORITURA, IN QUESTO CASO USARE 

UN PRODOTTO A BASE DI RAME.

 

**NON INSERISCO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI  PER NON FARE CONFUSIONE PER EVENTUALI DUBBI SI PREGA DI CHIAMARE**

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

BOLLETTINO DEL 20/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI PRE CHIUSURA E CHIUSURA GRAPPOLO.

QUESTA FASE METEREOLOGICA PARTICOLARMENTE ISTABILE VISTI I RIPETUTI TEMPORALI A VOLTE SEGUITI DA GRANDINE

E LE PREVISIONI NON PARTICOLARMENTE BUONE , CONSIGLIANO UNA CERTA CAUTELA.

SI SEGNALANO IN VIGNETI CON INFEZIONI STORICHE DEI CASI DI OIDIO

MENTRE PER QUANTO RIGUARDA LA TIGNOLETTA SI SEGNALANO CATTURE ANCORA MOLTO BASSE

RIMEDIO

QUINDI SI CONSIGLIA DI UTILIZZARE IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO

RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO

UNA COPERTURA DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

NON VANNO EFFETTUATI PER IL MOMENTO TRATTAMENTI CONTRO LA TIGNOLETTA.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 20/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI ALLEGAGIONE.

COME GIA' SEGNALATO IN QUESTA FASE MEGLIO NON FARE TRATTAMENTI INSETTICIDI E FUNGICIDI ,

PER NON DANNEGGIARE I FIORI E LE API.

UNICO POSSIBILE AIUTO ALLA PIANTA L'UTILIZZO DI BORO COME CONCIME FOGLIARE DA SPRUZZARE

SULLA VEGETAZIONE NELLE ORE PIU' FRESCHE DELLA GIORNATA, INQUANTO IL BORO FAVORISCE L'ALLEGAGIONE

DEI FIORI.

RIMEDIO

NEGLI OLIVETI PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA GELATA , I MAZZETTI FIORALI SONO PRESENTI ANCHE SE IN

QUANTITA' INFERIORI RISPETTO ALLA NORMALITA' PER CUI SI CONSIGLIA DI FARE DUE TRATTAMENTI CON IL BORO

UNO ALL'INIZIO DELLA FIORITURA ED UNO DOPO UNA SETTIMANA IN MODO DA TRATTARE TUTTI I FIORI ED 

ASSICURARSI COSI' UNA BUONA ALLEGAGIONE.

RICORDIAMO CHE TRATTAMENTI A BASE DI RAME PER DISINFETTARE I TAGLI DI POTATURA E L'OCCHIO DI PAVONE

SONO POSSIBILI NON APPENA SONO CADUTI TUTTI I FIORI , IN CASO DI OLIVETI PARTICOLARMENTE DANNEGGIATI

SI PUO' AGGIUNGERE CONCIME FOGLIARE PER AGEVOLARE LA RIPRESA.

MOLTI CLIENTI CI SEGNALANO LA PRESENZA DI  FOGLIE GIALLE  SULLE PIANTE PIU' VECCHIE,

RICORDIAMO CHE LA PRESENZA DI QUESTE FOGLIE INDICA SOLAMENTE CHE LA PIANTA AVENDO EMESSO NUOVA VEGETAZIONE

SI APPRESTA A FAR CADERE LE FOGLIE PIU' VECCHIE.

QUESTO SUCCEDE PERCHE' LE PIANTE DI OLIVO NON PERDENDO MAI COMPLETAMENTE LE FOGLIE LO FANNO IN QUESTA FASE.

 

**NON INSERISCO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI  PER NON FARE CONFUSIONE PER EVENTUALI DUBBI SI PREGA DI CHIAMARE**

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

BOLLETTINO DEL 13/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI - MATURAZIONE.

IN QUALCHE CASO COME NELLE ALBICOCCHE E CILIEGIE SI INIZIANO A RACCOGLIERE I PRIMI FRUTTI.

SI SEGNALANO VISTE LE CONTINUE PIOGGIE FORTI INFESTAZIONI DI AFIDI A CARICO DELLE GEMME PIU' GIOVANI,

E DI TICCHIOLATURA SU MELO E PERO.

NELLE POMACEE FARE ATTENZIONE AD ACARI E PSILLA I PRIMI NON SI VEDONO AD OCCHIO NUDO E SI RICONOSCONO

DALLE FOGLIE CHE PRESENTANO DELLE PUNTINATURE E DEGLI SCOLORIMENTI SPECIALMENTE NELLE FOGLIE PIU' VECCHIE.

LA PSILLA INVECE E' VISIBILE AD OCCHIO NUDO SI PRESENTA COME UNA PICCOLA MOSCA CHE SI TROVA SOTTO LE FOGLIE 

PIU' GIOVANI E CREA SULLE FOGLIE DELLE GOCCIOLINE DI MELATA SCURE.

IN QUESTA FASE DELLA CRESCITA DELLE PIANTE SPECIE SULLE DRUPACEE PESCO,ALBICOCCO.PRUGNA BISOGNA FARE MOLTA

ATTENZIONE ALLA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA , PERCHE' IL FUNGO INIZIA LA SUA AZIONE PROPRIO CON QUESTE CONDIZIONI

CLIMATICHE, CALDO UMIDO CON PIOGGIE RAVVICINATE.

 

RIMEDI

SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FUNGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

PER QUANTO RIGUARDA IL CILIEGIO MOLTE VARIETA' TARDIVE SI TROVANO NELLA FASE DI INVAIATURA CIOE' IL

FRUTTICINO INIZIA A PRENDERE COLORE. (IN QUESTO CASO SI CONSIGLIA DI INTERVENIRE CONTRO LA MOSCA)

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

PER ACARI E PSILLA SI INTERVIENE SOLO SE EFFETTIVAMENTE PRESENTI VISTO CHE DI NORMA COLPISCONO IN ZONE 

MOLTO RISTRETTE.

PER QUANTO RIGUARDA LA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA ESISTONO FUNGICIDI CON TEMPO DI CARENZA BASSISSIMO, CHE SONO

ANCHE MISCIBILI CON GLIA ALTRI PRODOTTI IN MODO DA EVITARE TRATTAMENTI DOPPI.

RICORDIAMO CHE NEL CASO FRUTTETI CON VARIETA' MISTE, LE VARIETA' PROSSIME AL RACCOLTO NON VANNO TRATTATE

ANCHE PER RISPETTARE I TEMPI DI CARENZA DEI PRODOTTI IMPIEGATI.

NEL CASO DI GRANDINATE SI CONSIGLIA DI TRATTARE APPENA POSSIBILE CON RAME IN MODO DA DISINFETTARE LE FERITE

CAUSATE DAI CHICCHI DI GHIACCIO SUI RAMETTI, QUESTA PRATICA RISULTA PARTICOLARMENTE IMPORTANTE INQUANTO

LE FERITE SI INFETTANO PORTANDO MOLTE MALATTIE ALLA PIANTA UNA TRA QUESTE LA GOMMOSI.

 

RICORDIAMO INOLTRE DI ANNOTARSI SEMPRE SU UN CALENDARIO I GIORNI IN CUI VENGONO ESEGUITI I TRATTAMENTI

E I PRODOTTI UTILIZZATI IN MODO DA AVERE UNA PANORAMICA PRECISA .

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE IN NEGOZIO

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 13/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE SVILUPPO DEL GRAPPOLO E PRE CHIUSURA

OVVIAMENTE A SECONDA DELLE VARIETA'.

QUESTA FASE METEREOLOGICA PARTICOLARMENTE ISTABILE VISTI I RIPETUTI TEMPORALI A VOLTE SEGUITI DA GRANDINE

E LE PREVISIONI NON PARTICOLARMENTE BUONE , CONSIGLIANO UNA CERTA CAUTELA.

RIMEDIO

QUINDI SI CONSIGLIA DI UTILIZZARE IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO

RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO

UNA COPERTURA DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 13/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI FINE FIORITURA .

COME GIA' SEGNALATO NELL' ULTIMO BOLLETTINO IN QUESTA FASE MEGLIO NO FARE 

TRATTAMENTI INSETTICIDI E FUNGICIDI , PER NON DANNEGGIARE I FIORI E LE API.

UNICO POSSIBILE AIUTO ALLA PIANTA L'UTILIZZO DI BORO COME CONCIME FOGLIARE DA SPRUZZARE

SULLA VEGETAZIONE NELLE ORE PIU' FRESCHE DELLA GIORNATA, INQUANTO IL BORO FAVORISCE L'ALLEGAGIONE

DEI FIORI.

RIMEDIO

NEGLI OLIVETI PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA GELATA , I MAZZETTI FIORALI SONO PRESENTI ANCHE SE IN

QUANTITA' INFERIORI RISPETTO ALLA NORMALITA' PER CUI SI CONSIGLIA DI FARE DUE TRATTAMENTI CON IL BORO

UNO ALL'INIZIO DELLA FIORITURA ED UNO DOPO UNA SETTIMANA IN MODO DA TRATTARE TUTTI I FIORI ED 

ASSICURARSI COSI' UNA BUONA ALLEGAGIONE.

RICORDIAMO CHE TRATTAMENTI A BASE DI RAME PER DISINFETTARE I TAGLI DI POTATURA E L'OCCHIO DI PAVONE

SONO POSSIBILI NON APPENA SONO CADUTI TUTTI I FIORI , IN CASO DI OLIVETI PARTICOLARMENTE DANNEGGIATI

SI PUO' AGGIUNGERE CONCIME FOGLIARE PER AGEVOLARE LA RIPRESA.

**NON INSERISCO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI  PER NON FARE CONFUSIONE PER EVENTUALI DUBBI SI PREGA DI CHIAMARE**

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

BOLLETTINO DEL 06/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE ALLEGAGIONE

QUESTA FASE RISULTA PARTICOLARMENTE DELICATA PER LA PIANTA ,CONSIDERANDO ANCHE

LE PREVISIONI METEO NON PARTICOLARMENTE VANTAGGIOSE, E' BENE QUINI CONTROLLARE BENE LE DATE

DEI TRATTAMENTI PER NON CORRERE INUTILI PERICOLI DI INFEZIONE.

RIMEDIO

UTILIZZARE IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE 

L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO UNA COPERTURA

DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

IN QUESTA FASE SPECIFICA CHI HA PROBLEMI DI ALLEGAGIONE O DI ALLEGAGIONE PARZIALE DEI GRAPPOLI PUO' MISCELARE

AI NORMALI PRODOTTI PER LA LOTTA A PERONOSPORA E OIDIO , DEI CONCIMI FOGLIARI CON MICROELEMENTI CHE AIUTANO MOLTO

LO SVILUPPO DEI GRAPPOLI.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 06/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI - MATURAZIONE.

IN QUALCHE CASO COME NELLE ALBICOCCHE E CILIEGIE SI INIZIANO A RACCOGLIERE I PRIMI FRUTTI.

SI SEGNALANO VISTE LE CONTINUE PIOGGIE FORTI INFESTAZIONI DI AFIDI A CARICO DELLE GEMME PIU' GIOVANI,

E DI TICCHIOLATURA SU MELO E PERO.

NELLE POMACEE FARE ATTENZIONE AD ACARI E PSILLA I PRIMI NON SI VEDONO AD OCCHIO NUDO E SI RICONOSCONO

DALLE FOGLIE CHE PRESENTANO DELLE PUNTINATURE E DEGLI SCOLORIMENTI SPECIALMENTE NELLE FOGLIE PIU' VECCHIE.

LA PSILLA INVECE E' VISIBILE AD OCCHIO NUDO SI PRESENTA COME UNA PICCOLA MOSCA CHE SI TROVA SOTTO LE FOGLIE 

PIU' GIOVANI E CREA SULLE FOGLIE DELLE GOCCIOLINE DI MELATA SCURE.

IN QUESTA FASE DELLA CRESCITA DELLE PIANTE SPECIE SULLE DRUPACEE PESCO,ALBICOCCO.PRUGNA BISOGNA FARE MOLTA

ATTENZIONE ALLA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA , PERCHE' IL FUNGO INIZIA LA SUA AZIONE PROPRIO CON QUESTE CONDIZIONI

CLIMATICHE, CALDO UMIDO CON PIOGGIE RAVVICINATE.

 

RIMEDI

SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FONGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

PER QUANTO RIGUARDA IL CILIEGIO MOLTE VARIETA' TARDIVE SI TROVANO NELLA FASE DI INVAIATURA CIOE' IL

FRUTTICINO INIZIA A PRENDERE COLORE. (IN QUESTO CASO SI CONSIGLIA DI INTERVENIRE CONTRO LA MOSCA)

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

PER ACARI E PSILLA SI INTERVIENE SOLO SE EFFETTIVAMENTE PRESENTI VISTO CHE DI NORMA COLPISCONO IN ZONE 

MOLTO RISTRETTE.

PER QUANTO RIGUARDA LA BOTRITIS O MUFFA GRIGIA ESISTONO FUNGICIDI CON TEMPO DI CARENZA BASSISSIMO, CHE SONO

ANCHE MISCIBILI CON GLIA ALTRI PRODOTTI IN MODO DA EVITARE TRATTAMENTI DOPPI.

RICORDIAMO CHE NEL CASO FRUTTETI CON VARIETA' MISTE, LE VARIETA' PROSSIME AL RACCOLTO NON VANNO TRATTATE

ANCHE PER RISPETTARE I TEMPI DI CARENZA DEI PRODOTTI IMPIEGATI.

 RICORDIAMO INOLTRE DI ANNOTARSI SEMPRE SU UN CALENDARIO I GIORNI IN CUI VENGONO ESEGUITI I TRATTAMENTI

E I PRODOTTI UTILIZZATI IN MODO DA AVERE UNA PANORAMICA PRECISA .

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE IN NEGOZIO

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 06/06/2018

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI INIZIO FIORITURA .

QUESTA FASE RISULTA MOLTO DELICATA PER LA PIANTA INQUANTO IN FIORITURA NON SI POSSONO FARE 

TRATTAMENTI INSETTICIDI E FUNGICIDI , PER NON DANNEGGIARE I FIORI E LE API.

UNICO POSSIBILE AIUTO ALLA PIANTA L'UTILIZZO DI BORO COME CONCIME FOGLIARE DA SPRUZZARE

SULLA VEGETAZIONE NELLE ORE PIU' FRESCHE DELLA GIORNATA, INQUANTO IL BORO FAVORISCE L'ALLEGAGIONE

DEI FIORI.

RIMEDIO

NEGLI OLIVETI PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA GELATA , I MAZZETTI FIORALI SONO PRESENTI ANCHE SE IN

QUANTITA' INFERIORI RISPETTO ALLA NORMALITA' PER CUI SI CONSIGLIA DI FARE DUE TRATTAMENTI CON IL BORO

UNO ALL'INIZIO DELLA FIORITURA ED UNO DOPO UNA SETTIMANA IN MODO DA TRATTARE TUTTI I FIORI ED 

ASSICURARSI COSI' UNA BUONA ALLEGAGIONE.

RICORDIAMO ANCORA DI NON FARE TRATTAMENTI A BASE DI RAME IN QUESTO PERIODO PER NON PREGIUDICARE

L'ALLEGAGIONE.

**NON INSERISCO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI  PER NON FARE CONFUSIONE PER EVENTUALI DUBBI SI PREGA DI CHIAMARE**

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

BOLLETTINO DEL 31/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE FIORITURA / ALLEGAGIONE

QUESTA FASE RISULTA PARTICOLARMENTE DELICATA PER PIANTA INQUANTO OGNI  PICCOLO PRINCIPIO DI 

INFEZIONE IN QUESTA FASE RISULTA DANNOSISSIMO PER LA PIANTA.

RIMEDIO

QUINDI VISTE ANCHE LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE PARTICOLARMENTE INSTABILI E LE RIPETUTE PIOGGIE SI CONSIGLIA DI

UTILIZZARE IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE 

L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO UNA COPERTURA

DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

RICORDIAMO CHE IN QUESTA FASE SI PUO' AUMENTARE L'ALLEGAGIONE CON CONCIMI FOGLIARI CONTENENTI BORO DA ASSOCIARE

AI NORMALI PRODOTTI PER LA LOTTA A PERONOSPORA E OIDIO , QUESTO IN MOLTI VIGNETI DOVE E' RISAPUTO CHE L'ALLEGAGIONE

E' PARTOCOLARMENTE DIFFICILE PUO' FARE LA DIFFERENZA IN RESA QUANTITATIVA DEL VIGNETO.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 31/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI - MATURAZIONE.

IN QUALCHE CASO COME NELLE ALBICOCCHE E CILIEGIE SI INIZIANO A RACCOGLIERE I PRIMI FRUTTI.

SI SEGNALANO VISTE LE CONTINUE PIOGGIE FORTI INFESTAZIONI DI AFIDI A CARICO DELLE GEMME PIU' GIOVANI,

E DI TICCHIOLATURA SU MELO E PERO.

NELLE POMACEE FARE ATTENZIONE AD ACARI E PSILLA I PRIMI NON SI VEDONO AD OCCHIO NUDO E SI RICONOSCONO

DALLE FOGLIE CHE PRESENTANO DELLE PUNTINATURE E DEGLI SCOLORIMENTI SPECIALMENTE NELLE FOGLIE PIU' VECCHIE.

LA PSILLA INVECE E' VISIBILE AD OCCHIO NUDO SI PRESENTA COME UNA PICCOLA MOSCA CHE SI TROVA SOTTO LE FOGLIE 

PIU' GIOVANI E CREA SULLE FOGLIE DELLE GOCCIOLINE DI MELATA SCURE.

 

RIMEDI

SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FONGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

PER QUANTO RIGUARDA IL CILIEGIO MOLTE VARIETA' TARDIVE SI TROVANO NELLA FASE DI INVAIATURA CIOE' IL

FRUTTICINO INIZIA A PRENDERE COLORE. (IN QUESTO CASO SI CONSIGLIA DI INTERVENIRE CONTRO LA MOSCA)

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

PER ACARI E PSILLA SI INTERVIENE SOLO SE EFFETTIVAMENTE PRESENTI VISTO CHE DI NORMA COLPISCONO IN ZONE 

MOLTO RISTRETTE.

RICORDIAMO CHE NEL CASO FRUTTETI CON VARIETA' MISTE, LE VARIETA' PROSSIME AL RACCOLTO NON VANNO TRATTATE

ANCHE PER RISPETTARE I TEMPI DI CARENZA DEI PRODOTTI IMPIEGATI.

 RICORDIAMO INOLTRE DI ANNOTARSI SEMPRE SU UN CALENDARIO I GIORNI IN CUI VENGONO ESEGUITI I TRATTAMENTI

E I PRODOTTI UTILIZZATI IN MODO DA AVERE UNA PANORAMICA PRECISA .

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE IN NEGOZIO

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 31/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI FORMAZIONE DEI GRAPPOLI FIORALI O INIZIO FIORITURA

IN BASE ALLE VARIETA'.

QUESTA FASE RISULTA MOLTO DELICATA PER LA PIANTA INQUANTO IN FIORITURA NON SI POSSONO FARE 

TRATTAMENTI INSETTICIDI E FUNGICIDI , PER NON DANNEGGIARE I FIORI E LE API.

UNICO POSSIBILE AIUTO ALLA PIANTA L'UTILIZZO DI BORO COME CONCIME FOGLIARE DA SPRUZZARE

SULLA VEGETAZIONE NELLE ORE PIU' FRESCHE DELLA GIORNATA, INQUANTO IL BORO FAVORISCE L'ALLEGAGIONE

DEI FIORI.

RIMEDIO

NEGLI OLIVETI PARTICOLARMENTE COLPITI DALLA GELATA , I MAZZETTI FIORALI SONO PRESENTI ANCHE SE IN

QUANTITA' INFERIORI RISPETTO ALLA NORMALITA' PER CUI SI CONSIGLIA DI FARE DUE TRATTAMENTI CON IL BORO

UNO ALL'INIZIO DELLA FIORITURA ED UNO DOPO UNA SETTIMANA IN MODO DA TRATTARE TUTTI I FIORI ED 

ASSICURARSI COSI' UNA BUONA ALLEGAGIONE.

 

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

BOLLETTINO DEL 23/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE FIORITURA.

QUESTA FASE RISULTA PARTICOLARMENTE DELICATA PER PIANTA INQUANTO UN PICCOLO PRINCIPIO DI 

INFEZIONE IN QUESTA FASE RISULTEREBBE DANNOSISSIMO PER LA PIANTA.

RIMEDIO

QUINDI VISTE ANCHE LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE PARTICOLARMENTE INSTABILI E LE RIPETUTE PIOGGIE SI CONSIGLIA DI

UTILIZZARE IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE 

L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO UNA COPERTURA

DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 23/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI.

IN QUALCHE CASO COME NELLE CILIEGIE SI INIZIANO A RACCOGLIERE I PRIMI FRUTTI.

SI SEGNALANO VISTE LE CONTINUE PIOGGIE FORTI INFESTAZIONI DI AFIDI A CARICO DELLE GEMME PIU' GIOVANI,

E DI TICCHIOLATURA SU MELO E PERO.

RIMEDI

SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FONGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

PER QUANTO RIGUARDA IL CILIEGIO MOLTE VARIETA' TARDIVE SI TROVANO NELLA FASE DI INVAIATURA CIOE' IL

FRUTTICINO INIZIA A PRENDERE COLORE. (IN QUESTO CASO SI CONSIGLIA DI INTERVENIRE CONTRO LA MOSCA)

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

RICORDIAMO CHE NEL CASO FRUTTETI CON VARIETA' MISTE, LE VARIETA' PROSSIME AL RACCOLTO NON VANNO TRATTATE

ANCHE PER RISPETTARE I TEMPI DI CARENZA DEI PRODOTTI IMPIEGATI.

 RICORDIAMO INOLTRE DI ANNOTARSI SEMPRE SU UN CALENDARIO I GIORNI IN CUI VENGONO ESEGUITI I TRATTAMENTI

E I PRODOTTI UTILIZZATI IN MODO DA AVERE UNA PANORAMICA PRECISA .

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 23/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI BOTTONI FIORALI SEPARATI.

QUESTA FASE RISULTA PARTICOLARMENTE DELICATA PER PIANTA INQUANTO UN PICCOLO PRINCIPIO DI 

INFEZIONE IN QUESTA FASE RISULTEREBBE DANNOSISSIMO PER LA PIANTA.

RIMEDIO

QUINDI VISTE ANCHE LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE PARTICOLARMENTE INSTABILI SI CONSIGLIA DI, UTILIZZARE

IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE 

L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO UNA COPERTURA

DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

 

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA. 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO. 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 16/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI ACCRESCIMENTO DEI FRUTTI.

SI SEGNALANO VISTE LE CONTINUE PIOGGIE FORTI INFESTAZIONI DI AFIDI A CARICO DELLE GEMME PIU' GIOVANI,

E DI TICCHIOLATURA SU MELO E PERO.

RIMEDI

COME GIA SEGNALATO LA SCORSA SETTIMANA PER AVERE UNA COPERTURA DALLE POSSIBILI AVVERSITA DI QUESTE 

PIANTE SI CONSIGLIA DI UTILLIZZARE UN FONGICIDA IN GRADO DI CONTROLLARE LA TICCHIOLATURA,E L'OIDIO MOLTO

FREQUENTE IN QUESTA FASE,OLTRE AGLI AFIDI E AGLI INSETTI CHE PENETRANO NEL FRUTTO.

SI PREGA DI INTERVENIRE TEMPESTIVAMENTE NEL CASO DI AFIDI PER EVITARE LA FORMAZIONE DI MELATA CHE INIBISCE 

IN PARTE L'EFFICACIA DEL TRATTAMENTO.

 

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 16/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

FASE CULTURALE

LE PIANTE DI OLIVO SONO NELLA FASE DI FORMAZIONE DEI GRAPPOLI FIORALI

( I FIORI SONO ANCORA CHIUSI )

VENGONO ANCHE SEGNALATE E SI NOTANO FACILMENTE ANCHE GUARDANDO LE PIANTE A CASA

MOLTE FOGLIE GIALLE. QUESTE VANNO RICONDOTTE A TRE CAUSE FONDAMENTALI LA CERCOSPORIOSI,

L'OCCHIO DI PAVONE E LE FOGLIE ROVINATE DALLA GELATA DI QUESTO INVERNO. 

RIMEDIO

SI CONSIGLIA DI EFFETTUARE ( per chi non ha gia' provveduto) UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME  SE POSSIBILE

CON AGGIUNTA DI CONCIME FOGLIARE A BASE DI BORO (questo da ripetere poi in piena fioritura)

PER CORRETTEZA NON METTO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI IN QUESTO CASO SIETE INVITATI A A CHIAMARE

BOLLETTINO DEL 16/05/2018

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

AFIDI DELLE PIANTE DA FRUTTO

GLI AFIDI SONO PICCOLI INSETTI DELLE DIMENSIONI DI CIRCA 1-2 MM. POSSONO ESSERE DI

DIVERSO COLORE ED AVERE ANCHE DIVERSE FORME COME L'AFIDE LANIGERO.

TUTTI GLI AFIDI HANNO LA CARATTERISTICA DI  AVERE UN'APPARATO BOCCALE PUNGENTE SUCCHIATORE,

CIOE' SI NUTRONO FACENDO DEI FORI SULLE PARTI PIU' TENERE DELLE PIANTE E NE SUCCHIANO LA LINFA.

QUESTO DETERMINA UN VELOCE AVVIZZIMENTO DELLA PARTE INTERESSATA E PUO' CAUSARE ,NEL CASO DI 

MANCATO INTERVENTO ANCHE LA MORTE DELLA PIANTA.

VA RICORDATO CHE LA PRESENZA DI AFIDI PROVOCA NELLA PIANTA L'ACCARTOCCIAMENTO DELLE FOGLIE 

CHE RENDE LA LOTTA ANCORA PIU' DIFFICILE INQUANTO IL TRATTAMENTO NON PENETRA NELLA PARTE ACCARTOCCIATA.

AFIDI DELLE PIANTE DA ORTO

COME PER LE PIANTE DA FRUTTO NELLE PIANTE DA ORTO I DANNI RESI ALLE CULTURE SONO PRATICAMENTE UGUALI,

SOLO CHE NEL CASO DELLE PIANTE DA ORTO IL DANNO HA UN'EVOLUZIONE MOLTO PIU' VELOCE, IN QUANTO I TESSUTI SONO

PIU' MOLLI E FACILMENTE ATTACCABILI, E LE FREQUENTI IRRIGAZIONI DETERMINANO UN'AMBIENTE PIU' FAVOREVOLE ALLA LORO

MOLTIPLICAZIONE.

LOTTA AGLI AFIDI:

IN EMTRABI I CASI SI CONSIGLIANO INTERVENTI TEMPESTIVI PER EVITARE CHE LE FOGLIE SIANO ACCARTOCCIATE E CHE SI

FORMI LA MELATA CHE IMPEDISCE LA BUONA PRESA DEI TRATTAMENTI.

PER QUANTO RIGUARDA I PRODOTTI DA UTILIZZARE, BISOGNA TENERE CONTO DEL TIPO DI PIANTA, DELLA VICINANZA O MENO

DEL PERIODO DI RACCOLTA , DI COME SI PRESENTANO LE FOGLIE ( LISCE OD ACCARTOCCIATE) E DELLA LOTTA CHE SI INTENDE

CONDURRE , TRADIZIONALE O BIOLOGICA.

NEL CASO DI LOTTA BIOLOGICA SI USANO PRINCIPALMENTE DEI PRODOTTI DERIVATI DAL PIRETRO CHE HANNO SOLO 2 GG. DI SOSPENSIONE

PRIMA DELLA RACCOLTA, RICORDATE CHE QUESTI PRODOTTI NON SONO SISTEMICI QUINDI INTERVENITE PRONTAMENTE.

NEL CASO DI LOTTA CONVENZIONALE SI USANO DERITATI DI SINTESI DEL PIRETRO CHE HANNO 3 GG DI SOSPENSIONE PRIMA DELLA RACCOLTA

ANCHE IN QUESTO CASO IL PRODOTTO NON E' SISTEMICO QUINDI INTERVENIRE ALLA PRIMA COMPARSA.

NEL CASO DI FOGLIE ACCARTOCCIATE E' BENE UTILIZZARE DEI PRODOTTI SISTEMICI CHE PENETRANO ALL'INTERNO DEI TESSUTI. IN QUESTO CASO

7/14 GG DI SOSPENSIONE A SECONDA CHE SI TRATTI DI PIANTE DA ORTO O DA FRUTTO.

CURA DELLE PIANTE DI OLIVO

LE PIANTE DI OLIVO SONO IN PIENA FASE VEGETATIVA ANCHE QUELLE COLPITE

DA GELATA STANNO RIMETTENDO NUOVI GERMOGLI, IN QUESTO CASO PRIMA DI POTARE

VALE LA PENA DI ASPETTARE, PER FARE IN MODO DI TOGLIERE ALLA PIANTA MENO RAMI

POSSIBILI E QUINDI RIDURRE AL MINIMO I DANNI.

IN MOLTI CASI SI NOTANO SULLE PIANTE DELLE FOGLIE COLPITE DA CICLOCONO O OCCHIO DI PAVONE

IN QUESTO CASO VISTO CHE SI TRATTA DI UNA MALATTIA CHE SI CONTRASTA PROPRIO IN QUESTO PERIODO

SI PUO' EFFETTUARE COME PER LA ROGNA UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME SE SI ESEUGE LA POTATURA, SUBITO 

DOPO QUESTA E COMUNQUE PRIMA CHE LE PIANTE SI METTANO IN FIORE.

 

PER CORRETTEZA NON METTO I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI IN QUESTO CASO SIETE INVITATI A A CHIAMARE

BOLLETTINO DEL 09/05/2018

AGRI MOIE SRL VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN.

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI POST FIORITURA, QUINDI I FIORI SONO NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI APPASSITI

E SI VEDONO I FRUTTI CHE STANNO CRESCENDO.

PER QUANTO RIGUARDA LA CURA DI PICCOLI FRUTTETI CON PIANTE MISTE DI DIVERSE VARIETA', QUINDI POMACEE E DRUPACEE SI POSSONO FARE DEI TRATTAMENTI

ANCHE GENERALIZZATI, QUINDI UN TRATTAMENTO UGUALE PER TUTTE LE PIANTE , AVENDO SEMPRE LA BUONA ABITUDINE DI ANNOTARE I TRATTAMENTI IN MODO DA 

CONTROLLARE L'EPOCA DI APPLICAZIONE E LA DURATA DEL TRATTAMENTO IN MODO DA DETERMINARE QUANDO SARA IL MOMENTO DI FARE IL PROSSIMO TRATTAMENTO.

QUINDI TORNANDO AI PRODOTTI SI UTILIZZERANNO DEI FUNGICIDI SPECIFICI CONTRO TICCHIOLATURA,MACULATURA BRUNA,OIDIO E MONILLIA ,ABBINATI AD INSETTICIDI,

CONTRO PSILLA  E AFIDI.

CON TRE PRODOTTI IN UN'UNICO TRATTAMENTO SI PUO' FARE TUTTO.

 

PER I NOMI DEI PRODOTTI COMMERCIALI SI CONSIGLIA DI CHIAMARE 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 09/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI GRAPPOLI  SEPARATI E BOTTONI  FIORALI

SEPARATI , QUESTA FASE RISULTA PARTICOLARMENTE DELICATA PER PIANTA INQUANTO UN PICCOLO PRINCIPIO DI 

INFEZIONE IN QUESTA FASE RISULTEREBBE DANNOSISSIMO PER LA PIANTA.

QUINDI VISTE ANCHE LE CONDIZIONI METEREOLOGICHE PARTICOLARMENTE INSTABILI SI CONSIGLIA DI, UTILIZZARE

IN QUESTA FASE DEI PRODOTTI FUNGICIDI AD ATTIVITA' SISTEMICA SIA PER QUANTO RIGUARDA LA PERONOSPORA CHE 

L'OIDIO, INQUANTO SONO GLI UNICI CHE LAVORANDO ALL'INTERNO DELLA PIANTA GARANTISCONO UNA COPERTURA

DELLA NUOVA VEGETAZIONE CHE SI SVILUPPA DOPO IL TRATTAMENTO, RICORDIAMO CHE QUESTI PRODOTTI DI NORMA

GARANTISCONO COPERTURE DI 14 GG. MASSIMO .

PER CHI INVECE PREFERISCE UNA CONDUZIONE "BIO " UTILIZZARE PRODOTTI RAMEICI ABBINATI A ZOLFO BAGNABILE IN QUESTO

CASO LA DURATA DEI TRATTAMENTI SARA MASSIMO DI 7/8 GIORNI.

MOLTO MOLTO IMPORTANTE ANNOTARSI TUTTE LE DATE DEI TRATTAMENTI PER TENERE PIU' FACILMENTE SOTTO CONTROLLO

LA LORO DURATA.

TIGNOLETTA

PER QUANTO RIGUARDA QUESTO INSETTO E' TERMINATO IL VOLO DELLA PRIMA GENERAZIONE MA NON SI SONO OSSERVATE CATTURE

IMPORTANTI CHE FANNO PENSARE AD UN TRATTAMENTO.

 

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO.

 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 09/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE E POMACEE

LE PIANTE POMACEE E DUPACEE SI TROVANO NELLA FASE DI POST FIORITURA, QUINDI I FIORI SONO NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI APPASSITI

E SI VEDONO I FRUTTI CHE STANNO CRESCENDO,IN MOLTI CI SEGNALANO OLTRE ALLA BOLLA DEL PESCO DI CUI ABBIAMO PARLATO

NELLO SCORSO BOLLETTINO DELLA PRESENZA DI AFIDI CHE VISTA L'UMIDITA' STANNO INFESTANDO LE NOSTRE PIANTE.

LA DIFESA IN QUESTO CASO SI ATTUA NEL CASO DI AFIDI UTILIZZANDO LO STESSO INSETTICIDA A LARGO SPETTRO CHE ABBIAMO GIA'

UTILIZZATO PER CONTROLLARE ANCHE LE VARIE FORME DI INSETTI CHE NORMALMENTE ENTRANO NEL FRUTTO.

VA RICORDATO CHE ALLA PRESENZA DI FOGLIE FORTEMENTE ACCARTOCCIATE BISOGNA UTILIZZARE UN PRODOTTO SPECIFICO

CHE SIA IN GRADO DI ENTRARE NELLA FOGLIA E DI DEBELLARE L'INFESTAZIONE.

IN ENTRAMBE I CASI SI CONSIGLIA DI INTERVENIRE AI PRIMI SINTOMI INQUANTO GLI AFIDI TENDONO A RICOPRIRE LE PIANTE DI

MELASSA CHE RENDONO I TRATTAMENTI INEFFICENTI.

 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 02/05/2018

 

 

 

 

 

 

 

CURA DELLE PIANTE DI OLIVO

INIZIANO QUASI OVUNQUE I PRIMI RICACCI SULLE PIANTE COLPITE DALLA GELATA .

VALGONO ANCHE PER QUESTA SETTIMANA I CONSIGLI DEL BOLLETTINO DEL 24 APRILE.

IN FOTO I DANNI CHE NORMALMENTE ARRECA LA ROGNA ALLE PIANTE DI OLIVO ,

SOTTOLINEIAMO QUESTO ASPETTO PERCHE' VISTE LE CONDIZIONI PARTICOLARI IN CUI CI TROVIAMO,

ABBIAMO LA POSSIBILITA' CON LA POTATURA DI ANDARE A TOGLIERE MOLTE DI QUESTE ZONE

INFETTE DALLE PIANTE,QUINDI POSSIAMO APPROFITTARE DEL FATTO DI DOVER PULIRE I RAMI

DANNEGGIATI DALLA GELATA PER TOGLIERE SE CI SONO ANCHE QUESTE FERITE.

RICORDIAMO CHE UNA VOLTA FINITA LA POTATURA ANDREBBE FATTO UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME

PER DISINFETTARE LE PIANTE, FACENDO ATTENZIONE VISTO IL PERIODO CHE LA PIANTA NON SI TROVI

CON I FIORI APERTI PER NON COMPROMETTERE L'ALLEGAGIONE E LE API.

 

BOLLETTINO DEL 02/05/2018

 PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI GRAPPOLI VISIBILI E GRAPPOLI SEPARATI

LE PIOGGIE PREVISTE LA SETTIMANA SCORSA CI SONO STATE ANCHE SE DI MODESTA ENTITA',QUESTO COMUNQUE

VISTE LE TEMPERATURE COMPORTA UN' INFEZIONE PERONOSPORICA, PERTANTO INVITIAMO CHI NON LO AVESSE,

ANCORA FATTO ,A PROVVEDERE AL PIU' PRESTO CON UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME E ZOLFO.

CHI HA GIA' EFFETTUATO IL TRATTAMENTO TENGA CONTO CHE IL RAME E LO ZOLFO HANNO UNA COPERTURA

DI CIRCA 7 GIORNI IN CASO DI PIOGGIE FREQUENTI PASSATI QUESTI GIORNI IL TRATTAMENTO ANDRA' RIPETUTO,

ANCHE PER DISINFETTARE LA NUOVA VEGETAZIONE.

ERINOSI

NELLA FOTO DELL'ARTICOLO ABBIAMO EVIDENZIATO QUESTA PARTICOLARE MALATTIA DELLA VITE, IN REALTA' L'ERINOSI

NON DESTA PARTICOLARE PREOCCUPAZIONE TANTO CHE NORMALMENTE NON SI EFFETTUANO TRATTAMENTI INQUANTO LE FOGLIE

COLPITE ESPLICANO NORMALMENTE LE PROPRIE FUNZIONI FINO ALLA CADUTA NATURALE.

L'ERINOSI E' CAUSATA DA UNA PARTICOLARE FORMA DI ACARO CHE COLPISCE LE FOGLIOLINE APPENA SI FORMANO, L'ACARO USA POI

LE BOLLE PER NASCONDERSI.

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO.

 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 02/05/2018

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI GRAPPOLI VISIBILI EGRAPPOLI SEPARATI

IN QUESTO MOMENTO VISTO LA MANCANZA DI PIOGGE MOLTI PENSANO CHE NON SIANO NECESSARI TRATTAMENTI,

TUTTAVIA VISTO L'AVVICINARSI DI UNA PERTURBAZIONE E LA FASE VEGETATIVA PARTICOLARMENTE DELICATA

SI CONSIGLIA DI ESEGUIRE UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME-ZOLFO , PER CREARE UNA PROTEZIONE ALLA VEGETAZIONE.

NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO.

 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 27/04/2018

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CURA DELLE PIANTE DI OLIVO

IN ATTESA CHE LA NATURA FACCIA IL SUO CORSO E CHE CI DIA UN BUON RICACCIO DI FOGLIE

DOPO LA GELATA DI QUESTO FINE INVERNO. MOLTE PIANTE SI TROVANO NELLA CONDIZIONE DI AVERE

GIA' EMESSO DEI GERMOGLI ED IN QUALCHE CASO MOLTO PARTICOLARE ANCHE DEI MAZZETTI FIORALI.

NEL CASO DI PIANTE POCO DANNEGGIATE, DOVE SONO CADUTE SOLO LE FOGLIE ALLA PRESENZA DEI 

RICACCI SI ELIMINANO I RAMETTI ESSICCATI, SENZA TAGLIARE TROPPO LA PIANTA SPECIALMENTE SE ERA

GIA' STATA POTATA , SEGUENDO POI CON UN TRATTAMENTO A BASE DI RAME PER DISINFETTARE I TAGLI DI POTATURA

ED EVENTUALI TRACCE DI ROGNA, E OCCHIO DI PAVONE, MALATTIE CHE SI ELIMINANO PROPRIO CON QUESTO

TRATTAMENTO DEL PERIODO.

NEL CASO LE PIANTE SI TROVINO AD EMETTERE I MAZZETTI FIORALI , SI PUO' ESEGUIRE OLTRE A QUANTO DETTO SOPRA

UN TRATTAMENTO CON BORO PER FAVORIRE L'IMPOLLINAZIONE.

SE POI LE PIANTE COME IN MOLTI CASI SI TROVASSERO SENZA FOGLIE SI PUO' SPARGERE DEL CONCIME GRANULARE BILANCIATO CON 

AZOTO, COME PARTE PREVALENTE,IN GENERE VA BENE DEL CONCIME SPECIFICO PER OLIVI.

 

BOLLETTINO DEL 24/04/2018

 

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PANTE DA FRUTTO

DRUPACEE (PESCO-ALCICOCCO ECC)

LE PIANTE SI TROVANO NELLA FASE DI POST FIORITURA, QUINDI I FIORI SONO NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI APPASSITI

E SI VEDONO I FRUTTI CHE STANNO CRESCENDO,IN QUESTI GIORNI CI SONO STATE TANTISSIME SEGNALAZIONI DI INFEZIONI

DA BOLLA DEL PESCO , CHE IN QUESTO CASO HA COLPITO IN RITARDO.

LA DIFESA IN QUESTO CASO SI ATTUA NEL CASO DI PICCOLI ATTACCHI ASPORTANDO ANCHE MANUALMENTE LE FOGLIE DANNEGGIATE,

FACENDO ATTENZIONE A NON LASCIARLE CADERE SUL TERRENO MA GETTANDOLE VIA LONTANO DALLA PIANTA. NEL CASI DI INFESTAZIONI

ABBASTANZA ESTESE SI RICORRE AD UN FUNGICIDA SPECIFICO,MAGARI NEL CASO DI NETTARINE ASSOCIATO A DELLO ZOLFO, CHE NE

MIGLIORA IL CAMPO DI AZIONE E LA FUNZIONALITA', RICORDIAMO CHE IN PRESENZA DI INSETTI QUALI AFIDI CHE DI SOLITO SI INSEDIANO

NELLE BOLLE DELLE FOGLIE , SI RISOLVE ASSOCIANDO AI TRATTAMENTI SOPRA UN 'INSETTICIDA-AFICIDA.

MOLTO IMPORTANTE IL TRATTAMENTO CONTRO LA BOLLA VA RIPETUTO DOPO CIRCA 7/10 GG.

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 24/04/2018

 

 

 

 

 

 

 

VITE

LA VITE SI TROVA NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI APERTURA GEMME-FOGLIA DISTESA,

IN QUSETA FASE VISTO L'ANDAMENTO DELLE TEMPERATURE NON SONO PREVISTI TRATTAMENTI NE ANTIOIDICI 

NE ANTIPERONOSPORICI.

TUTTAVIA IN CASI SPECIFICI DOVE NEL CORSO DELLO SCORSO ANNO SI SONO RISCONTRATI GRAVI ATTACCHI DI OIDIO

SI PUO' PROCEDERE CON UN TRATTAMENTO SPECIFICO ATTO A DISTRUGGERE SUBITO LE SPORE SVERNANTI DEL FUNGO.

 

 NON INSERISCO NOMI DI PRODOTTI COMMERCIALI,PER QUESTO VI PREGHIAMO DI CONTATTARCI AI RECAPITI SOTTO.

 

AGRI MOIE SRL VIALE DEL LAVORO N.4 CASTELBELLINO -AN- 0731/702129

BOLLETTINO DEL 18/04/2018

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PIANTE DA FRUTTO

POMACEE (MELO-PERO)

QUESTE PIANTE SI TROVANO NELLA MAGGIOR PARTE DEI CASI NELLA FASE DI PRE-FIORITURA O FIORITURA,

SE I FIORI NON SONO ANCORA APERTI SI PUO' FARE UN TRATTAMENTO CONTRO COCCINIGLIE AFIDI E ACARI

UTILIZZANDO INSETTICIDI A BASE PIRETROIDE CON L'AGGIUNTA DI OLIO BIANCO CHE NE MASSIMIZZA LA RESA.

SE I FIORI SONO APERTI MEGLIO RIMANDARE IL TRATTAMENTO IN POST FIORITURA QUINDI QUANDI SI VEDE

IL FRUTTICINO.

DRUPACEE (PESCO-ALCICOCCO ECC)

IN QUESTO CASO CI TROVIAMO NELLA FASE DI POST-FIORITURA INQUANTO I FIORI SONO APPASSITI E SI INTRAVEDE

IL FRUTTICINO , ANCHE SU QUESTE PIANTE SI CONDUCE UNA LOTTA CONTRO AFIDI-ACARI, SEMPRE UTILIZZANDO

INSETTICIDI A BASE DI PIRETRO DI SINTESI O NATURALE CON L'AGGIUNTA DI UN FUNGICIDA CONTRO IL MAL BIANCO

E LA BOLLA.

VOLUTAMENTE NON INSERISCO I NOMI COMMERCIALI DEI PRODOTTI INQUANTO CAMBIANO DA PRODOTTORE A PRODUTTORE

NELA CASO DI DUBBI SIETE INVITATI A CONTATTARCI OPPURE A PORTARE DIRETTAMENTE I PRODOTTI PER VEDERE SE COMPATIBILI.

 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 18/04/2018

 

 

 

 

 

 

 

CURA DELLE PIANTE DI OLIVO

CONTINUA L'ATTESA STIAMO INFATTI ASPETTANDO CHE LE PIANTE EMETTANO NUOVE GEMME

PER VEDERE IL REALE DANNO PROVOCATO DALLA GELATA.

NEL FRATTEMPO MOLTI UTENTI CHIEDONO SE SERVE LA CONCIMAZIONE INQUANTO MOLTI NON

SI ATTENDONO PRODUZIONI NELL'ANNO CORRENTE.

A QUESTO PUNTO VA FATTA UNA RIFLESSIONE , VISTO CHE ANCORA NON E' FACILE VALUTARE IL DANNO

ANCHE SE LA MAGGIOR PARTE DELLE PIANTE HANNO SUBITO DANNI MOLTO LIEVI , E VISTO CHE COMUNQUE

LE PIANTE HANNO BISOGNO DI NUTRIMENTO , SPECIALMENTE IN QUESTE CONDIZIONI CHE DEVONO

RIORGANIZZARSI IN MANIERA SIGNIFICATIVA UNA CONCIMAZIONE VA FATTA MAGARI SENZA ESAGERARE, POI SE

LE PIANTE EMETTONO FIORI QUINDI PRODUCONO SI PUO' FARE UNA SECONDA CONCIMAZIONE DI COMPLETAMENTO.

 

BOLLETTINO DEL 11/04/2018

 

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PIANTE DA FRUTTO

LE PIANTE DA FRUTTO NELLA STRAGRANDE MAGGIORANZA DEI CASI SI TROVANO NELLA FASE DI 

PRE-FIORITURA INGROSSAMENTO GEMME ( POMACEE ) O NELL FASE DI FIORITURA (DRUPACEE ).

IN QUESTA FASE MOLTO IMPORTANTE SI CONSIGLIA PER LE PIANTE CHE NON HANNO I FIORI ANCORA

APERTI DI EFFETTUARE UN TRATTAMENTO CON PRODOTTO FUNGICIDA SPECIFICO, PER CNTRASTARE LE MALATTIE

FUNGINE A CARICO DELLE FOGLIE E DEI FRUTTI CON L'AGGIUNTA DI UN'INSETTICIDA POSSIBILMENTE A BASE PIRETROIDE

CHE HA UNA CARENZA MOLTO BASSA E QUINDI NON DANNEGGIA INSETTI UTILI, E SE VIENE A CONTATTO CON ALTRE

CULTURE NON NECESSITA DI TROPPO TEMPO DI CARENZA.

PER QUANTO RIGUARDA LE PIANTE GIA' IN FIORITURA SOPRATTUTTO DRUPACEE , QUINDI PESCHE ALBICOCCHE,ECC

SI CONSIGLIA DI NON EFFETTUARE TRATTAMENTI INQUANTO IN FIORITURA I TRATTAMENTI SONO ASSOLUTAMENTE DA EVITARE

PER DUE MOTIVI, INQUANTO SI RISCHIA DI DANNEGGIARE IL FIORE E PER NON UCCIDERE LE API CHE IN QUESTA FASE IMPOLLINANO

I FIORI E GARANTISCONO LA LORO ALLEGAGIONE.

UN TRATTAMENTO A QUESTE PIANTE VA FATTO QUINDI DOPO LA CADUTA DEI FIORI.

 

AGRI MOIE SRL. VIA ANCONA N.47 60030 CASTELBELLINO AN

0731/702129 

BOLLETTINO 04/04/2018

 

 

 

 

 

 

 

QUESTA SETTIMANA NON EMETTIAMO UN VERO BOLLETTINO

INQUANTO IL BOLLETTINO DELLA SETTIMANA E' ESAUSTIVO CI LIMITIAMO

A RICORDARE CHE PRIMA DI EFFETTUARE TRATTAMENTI SAREBBE BENE ASPETTARE CHE LA PIANTA

INIZI A VEGETARE, POI SI POSSONO ADOTTARE TULLE MISURE CHE VENGONO TRATTAE IN SEGUITO.

 

PIANTE DI OLIVO

IMPARIAMO AD INDIVIDUARE I DANNI DA GELATA PER FACILITARE LE COSE LI DIVIDIAMO IN TRE TIPI :

1-DANNI MINIMI (foglie e giovani rametti)

2-DANNI STRUTTURALI ( branchie secondarie e primarie)

3-DANNI SOSTANZIALI ( branchie primarie e tronco)

 

**DANNI MINIMI

NELLA NOSTRA ZONA SEMBRA IL CASO PIU' DIFFUSO, INQUANTO IL FREDDO E LA NEVE RIMASTA SUI RAMI HANNO USTIONATO LE FOGLIE

ED I GIONANI RAMETTI , CON PERDITA DI VITALITA' E CADUTA DELLE FOGLIE.

IN QUESTO CASO IL DANNO E' LIMITATO ALLA MANCATA O RIDOTTA PRODUZIONE NELL'ANNO CORRENTE, ANCHE SE IN MOLTI CASI LA PIANTA

SPINGE LA FIORITURA E LA PRODUZIONE SUI RAMETTI INTEGRI COMPENSANDO DI MOLTO LA PERDITA.

IN QUESTO CASO LE OPERAZIONI SI LIMITERANNO AD UNA POTATURA DI PULIZIA VOLTA A TOGLIERE I SOLI RAMETTI DISSECCATI,

CON CONSEGUENTE TRATTAMENTO RAMEICO DOPO LA POTATURA , ED UNA CONCIMAZIONE PER AIUTARE LA PIANTA A SUPERARE LO STRASS.

 

**DANNI STRUTTURALI

IN QUESTO CASO RIENTRANO LE ROTTURE DEI RAMI DOVUTE AL PESO DELLA NEVE CON CONSEGUENTE PARTE DI RAMO ESPOSTA AL GELO,

NEL CASO SI NOTANO SPACCATURE DEI TESSUTI ED IMBRUNIMENTI DEI TESSUTI STESSI E DELLA CHIOMA LEGATA AL RAMO.

IN QESTO CASO SI TOLGONO SUBITO SOLO I RAMI ROTTI DALLA NEVE, PER IL RESTO SI  ATTENDE DI VEDERE ANCHE L'EMISSIONE DI GEMME

DA PARTE DELLA PIANTE PER INDIVIDUARE BENE COME INTERVENIRE.

IL DANNO A SECONDA DEI CASI AVRA' RIPERCUSSIONI PESANTI CON PERDITA DI PRODUZIONE PER 2/4 ANNI.

 

**DANNI SOSTANZIALI

QUESTO E' IL CASO MENO PROBABILE PER IL NOSTRO TERRITORIO VISTO CHE SI VERIFICA CON TEMPERATURE DI -10/12 °.

NE CASO LE PIANTE PRESENTANO SPACCATURE DELLA CORTECCIA FINO AL TRONCO COMPRESO. IN QUESTI CASI E' NECESSARIA

UNA POTATURA DI RICOSTRUZIONE DELLA PIANTA, TAGLIANDO I TESSUTI AL DI SOPRA DELLA ZONA INDENNE , CON IN MOLTI CASI

IL TAGLIO DEL PIEDE DELL'OLIVO.

 

PROSEGUIREMO CON IL MONITORAGGIO LA PROSSSIMA SETTIMANA.

 

 

BOLLETTINO DEL 04/04/2018

PER INFO : TEL. 0731/702129

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PIANTE DI OLIVO

IMPARIAMO AD INDIVIDUARE I DANNI DA GELATA PER FACILITARE LE COSE LI DIVIDIAMO IN TRE TIPI :

1-DANNI MINIMI (foglie e giovani rametti)

2-DANNI STRUTTURALI ( branchie secondarie e primarie)

3-DANNI SOSTANZIALI ( branchie primarie e tronco)

 

**DANNI MINIMI

NELLA NOSTRA ZONA SEMBRA IL CASO PIU' DIFFUSO, INQUANTO IL FREDDO E LA NEVE RIMASTA SUI RAMI HANNO USTIONATO LE FOGLIE

ED I GIONANI RAMETTI , CON PERDITA DI VITALITA' E CADUTA DELLE FOGLIE.

IN QUESTO CASO IL DANNO E' LIMITATO ALLA MANCATA O RIDOTTA PRODUZIONE NELL'ANNO CORRENTE, ANCHE SE IN MOLTI CASI LA PIANTA

SPINGE LA FIORITURA E LA PRODUZIONE SUI RAMETTI INTEGRI COMPENSANDO DI MOLTO LA PERDITA.

IN QUESTO CASO LE OPERAZIONI SI LIMITERANNO AD UNA POTATURA DI PULIZIA VOLTA A TOGLIERE I SOLI RAMETTI DISSECCATI,

CON CONSEGUENTE TRATTAMENTO RAMEICO DOPO LA POTATURA , ED UNA CONCIMAZIONE PER AIUTARE LA PIANTA A SUPERARE LO STRASS.

 

**DANNI STRUTTURALI

IN QUESTO CASO RIENTRANO LE ROTTURE DEI RAMI DOVUTE AL PESO DELLA NEVE CON CONSEGUENTE PARTE DI RAMO ESPOSTA AL GELO,

NEL CASO SI NOTANO SPACCATURE DEI TESSUTI ED IMBRUNIMENTI DEI TESSUTI STESSI E DELLA CHIOMA LEGATA AL RAMO.

IN QESTO CASO SI TOLGONO SUBITO SOLO I RAMI ROTTI DALLA NEVE, PER IL RESTO SI  ATTENDE DI VEDERE ANCHE L'EMISSIONE DI GEMME

DA PARTE DELLA PIANTE PER INDIVIDUARE BENE COME INTERVENIRE.

IL DANNO A SECONDA DEI CASI AVRA' RIPERCUSSIONI PESANTI CON PERDITA DI PRODUZIONE PER 2/4 ANNI.

 

**DANNI SOSTANZIALI

QUESTO E' IL CASO MENO PROBABILE PER IL NOSTRO TERRITORIO VISTO CHE SI VERIFICA CON TEMPERATURE DI -10/12 °.

NE CASO LE PIANTE PRESENTANO SPACCATURE DELLA CORTECCIA FINO AL TRONCO COMPRESO. IN QUESTI CASI E' NECESSARIA